Wiki: Conversational commerce: Cos'è? Come funziona per il tuo business?

Wiki: Conversational commerce: Cos'è? Come funziona per il tuo business? blog

By Typie

WhatsApp assistant

Posted: settembre 05, 2023

Updated: febbraio 22, 2024

Negli eCommerce si parla sempre più spesso di "conversational commerce", ma cos'è esattamente e come funziona?

 

Cos'è il conversational commerce?

Il conversational commerce o cCom, come viene spesso abbreviato, è quando i brand di eCommerce usano il potere della conversazione per vendere i loro prodotti e per creare una customer experience (esperienza del cliente) positiva.

Come dice Christopher Schubert: "Il cCom è quando una conversazione si traduce in una transazione".

Il termine esiste dal 2015, quando il creatore degli hashtag, Chris Messina, coniò il termine su un articolo di Medium. Chris predisse che "i servizi in stile concierge possono diventare il modo principale attraverso il quale le persone effettuano transazioni con i loro dispositivi mobili".

 

Come funziona esattamente il cCom?

Considerando il punto di vista del cliente: Quando e dove il cCom connette le persone con un negozio online o con un addetto del servizio clienti? Quali sono i punti salienti che portano dalla chat alla conversione?

Christopher Schubert fa due distinzioni: Utilizzo del cCom per scopi di marketing vs scopi di vendita.

Per lui, il termine "customer journey" (percorso del cliente) è diventato una frase inflazionata che ha perso importanza. Un cliente entra in contatto con il brand in molti modi differenti e con diverse intenzioni. Diamo un'occhiata più nel dettaglio, ti va?

 

1. Il ruolo del conversational commerce nel marketing

La strategia più semplice, e anche la meno dispendiosa in termini di risorse, per integrare il cCom all'interno della tua azienda e l'automazione. L'automazione nel contesto del cCom permette di supportare e migliorare le interazioni con il cliente.

Un ottimo esempio sono i flussi post-acquisto. Ecco come il cCom migliora la customer experience:

 

  • Nella pagina di conferma dell'ordine di un negozio online il cliente vede un opt-in.
  • Questo permette al cliente di ricevere il tracking number del proprio ordine e tutti gli aggiornamenti via WhatsApp. Non c'è bisogno di controllare le email per controllare lo stato della spedizione, tutte le informazioni sono a portata di mano comodamente all'interno della chat di WhatsApp.
  • Il cliente si registra e riceve velocemente una conferma sul proprio telefono.
  • Da questo momento, il cliente è sempre aggiornato sulla propria spedizione semplicemente usando una app.
  • Dopo la consegna, il negozio online può inviare un messaggio personalizzato. Può ringraziare il cliente per il suo acquisto e condividere un sondaggio in merito alla sua esperienza.

 

 

ccom-post-purchase-flows-info

 

“Secondo Christopher Schubert "Usare cCom per il marketing significa essere in grado di ottenere risultati molto rapidamente utilizzando poche risorse. L'automazione è uno strumento davvero efficace per supportare le vendite".

Un altro esempio di come usare il potere della conversazione per scopi di marketing: fornire un incentivo per ottenere un'iscrizione del consumatore - o potenziale consumatore - alla newsletter del negozio online inviata attraverso le app di messaggistica.

Le newsletter di WhatsApp, in particolare, sono efficaci perché raggiungono le persone direttamente durante le attività della vita quotidiana. Questo trend permette di raggiungere soggetti di ogni età: il 53% delle persone over 70 usano WhatsApp almeno una volta a settimana. Per le persone dai 14 ai 49 anni la frequenza supera il 90%.

 

2. Il ruolo del cCom nelle vendite

Naturalmente, il cCom va molto al di là del semplice monitoraggio del flusso degli ordini e delle newsletter. Christopher Schubert è molto chiaro quando afferma: "Non puoi automatizzare le conversazioni".

È per questo motivo che è così importante mettere delle persone vere dietro lo schermo. I chatbot non saranno mai in grado di sostituire le vendite, Schubert ne è certo.

In base alla tua nicchia, non hai bisogno di un grande numero di persone addette alla vendita per applicare le strategie del cCom. Un cliente di charles, un'azienda di gioielli con un negozio online molto vasto e 14 sedi offline, ha un consulente per chattare con i clienti. Il consulente risponde a qualsiasi domanda del cliente, gli fornisce consigli e organizza l'ordine dopo che la scelta di acquisto è stata effettuata. In questo modo, l'azienda è riuscita a raddoppiare-triplicare le conversioni nella settimana di registrazione del cliente. Da allora, l'azienda riceve più di 100 iscrizioni settimanali.

 

Dal punto di vista psicologico, tutto questo ha molto senso: il cCom consiste in una serie di azioni e strategie che servono a ispirare fiducia. La fiducia è fondamentale. L'85% delle persone prende in considerazione l'azienda solo se si fida del brand.

Ma c'è di più, uno studio del 2020 condotto in 11 Paesi ha individuato la fiducia come il motore di acquisizione di nuovi clienti e di entrate a lungo termine: per il 53% dei partecipanti la fiducia è il secondo fattore più importante quando decidono di effettuare un acquisto presso un nuovo brand. Per il 49% non c'è lealtà senza fiducia.

Fortunatamente, i meccanismi per costruire la fiducia sono proprio i fondamenti del cCom:

 

  • Protezione della privacy: prima di ricevere qualsiasi tipo di messaggio come la newsletter WhatsApp, l'utente deve registrarsi o effettuare il doppio opt-in. Questo permette di gestire le aspettative e di garantire trasparenza, entrambi fattori molto importanti per rispettare i bisogni dell'utente.
  • Accessibilità dei servizi: costruire la fiducia attraverso l'inclusività va oltre gli sforzi pubblicitari. Il fatto che il cCom avvenga solo sulle app di messaggistica mostra ai clienti che l'azienda comprende i loro bisogni e condivide i loro valori.
  • Competenza del brand: offrire una customer experience appropriata attraverso le app di messaggistica lascia i clienti soddisfatti. Più ti percepiscono competente e più si fideranno di te.

 

Ovviamente, c'è molto di più da fare di una semplice newsletter WhatsApp o di un servizio post-vendita per guadagnare la fiducia dei clienti. Utilizzare il potere della conversazione per generare vendite richiede risorse. Se questo per un'azienda è impegnativo ci si può concentrare prima sul marketing, dice Christopher Schubert.

Dall'altro lato, se hai un valore medio degli ordini elevato e prodotti costosi, hai bisogno del cCom per massimizzare il tuo potenziale.

 

3. Come misurare il successo del cCom

Ora che abbiamo visto come il cCom si applica alla realtà di un'azienda, come si misura il suo successo? I parametri per scegliere i metodi del tuo cCom dipendono dalla strategia che hai implementato:

 

Conversioni/Revenue per conversation (RpC)

I normali parametri per il servizio clienti comprendono quanti ticket l'agente di vendita completa in un'ora. Usando il cCom per aumentare le vendite, comunque, si misurano le entrate per conversazione, per esempio quanti guadagni quella conversazione ha generato.

Prendiamo come esempio Woodboom: il loro prodotto di punta è un letto da 1500€ che comporta una media di 7 domande da parte degli acquirenti interessati. Questo processo dura dalle 2 alle 4 settimane se viene condotto via email. Eppure un punto di forza di Woodboom con sede a Berlino è la loro comunicazione incentrata sul clienti e l'abilità di convincere e riconquistare i clienti attraverso comunicazioni empatiche.

Dopo aver aggiunto WhatsApp come canale di vendita, Woodboom ha ridotto l'intero processo a 2-4 giorni. Attraverso un servizio eccellente e un tempo di risposta molto rapido, WhatsApp è diventato il canale prioritario di Woodboom con oltre il 70% delle vendite iniziate via chat.

 

Percentuale di click (CTR) e order rate (tasso di ordini)

Quando si implementa il cCom attraverso l'invio di newsletter, i parametri da tenere in considerazione sono il tasso di apertura, il tasso di click e le conversioni cioè il numero di ordini che risultano da questi click.

Maniko è un'azienda di bellezza che rinnova il classico smalto per unghie attraverso dei prodotti innovativi. Il modo in cui Maniko conquista e costruisce la sua community è inserendoli nel canale delle newsletter dopo aver effettuato un ordine. Rispetto a quando utilizzava le email, la percentuale di click su WhatsApp è 11 volte migliore. Wow!

 

Come iniziare con il conversational commerce

Il cCom non sembra semplice, vero? Il fatto di utilizzare app di messaggistica come WhatsApp dovrebbe rendere chiaro a ogni e-commerce e azienda che è proprio attraverso la chat che devono entrare in contatto con i clienti.

Ecco come iniziare con il cCom:

 

Step 1: Chiarisci le tue esigenze

"La domanda non è," dice Schubert, "se dovresti utilizzare il cCom per migliorare le vendite e per la customer experience". La vera domanda è: Quando inizierai?

 

Step 2: Scopri il potere del cCom

Dato che stai leggendo questo articolo, stai già facendo progressi. Per maggiori informazioni su come il cCom può trasformare il tuo business, guarda "Libro sul cCom". Puoi trovare molti casi studio effettuati su aziende di diversi settori come bellezza, arredamento, salute, moda e altro.

 

Scegli il tuo provider cCom

Una volta che hai un'idea di cosa di cosa deve fornirti un provider cCom, è il momento di contattarne alcuni e chiedere delle demo.

Per vedere come noi possiamo aiutarti a far crescere il tuo business sfruttando il cCom, richiedi una demo. Durante la chat e le telefonate seguenti, Christopher Schubert e il nostro team ti aiuterà a definire la strategia più adatta alle tue esigenze.

 

Tipologie di conversational commerce

L'esempio di come Maniko ha incrementato di 11 volta il tasso di click attraverso la newsletter WhatsApp ci porta a un'altra importante domanda: che tipologie di cCom ci sono?

 

1. Inviare newsletter cCom con le app di messaggistica istantanea

Le email funzionano ancora, certo, ma se vuoi raggiungere i tuoi clienti e i loro amici esattamente dove sono devi far leva sulle app di messaggistica attraverso le newsletter.

Una newsletter cCom è un messaggio inviato dall'account aziendale a dei clienti selezionati.

Come le tradizionali newsletter email, la newsletter WhatsApp può contenere qualsiasi cosa, per esempio:

 

  • Un'offerta speciale
  • Uno sconto esclusivo
  • L'annuncio di un nuovo prodotto
  • Un'immagine o un video

 

Come abbiamo detto nella nostra guida sulla newsletter WhatsApp, entrambi possono coesistere e cooperare in una strategia di marketing. Ovviamente, "finché li usi come devono essere utilizzati (per esempio, le newsletter email per le comunicazioni frequenti, le newsletter WhatsApp per quelle meno frequenti ma più importanti)".

 

2. Vendere in chat attraverso il cCom

Quando si acquista online, uno degli svantaggi è la mancanza dell'interazione diretta con gli addetti alle vendite del negozio. Anche se le email funzionano e permettono di rispondere alle domande dei clienti, non è possibile avere una conversazione autentica via email.

Le chat di vendita sulle app di messaggistica permettono di gestire questo molto meglio: uniscono la convenienza dei negozi online con delle conversazioni personalizzate e competenti.

La possibilità di utilizzare il cCom per le vendite va molto oltre le classiche consulenze per risolvere i problemi. Il cCom ti permette di:

 

  • Creare carrelli
  • Incentivare ulteriori ordini
  • Inviare aggiornamenti
  • Risolvere i carrelli abbandonati
  • Aggiornare le informazioni sulla spedizione

 

... e molto altro. Fondamentalmente, tutto ciò che ti serve per creare un'esperienza eccellente per i clienti in modo da poter costruire lealtà e fiducia.

 

Usare il poter del cCom nel servizio clienti

Parlando del servizio clienti, è proprio qui che il vero potere del cCom può emergere. Christopher Schubert lo dice chiaramente: "Una volta che entro in contatto con qualcuno, resto in contatto per molto tempo".

Con WhatsApp, la soglia per entrare in contatto con i clienti è molto più bassa rispetto alle email o alle telefonate. L'81% dei millennial si sente in ansia prima di effettuare una telefonata. Questa "generazione muta", che di certo include anche le generazioni più giovani, apprezza molto di poter chattare con l'azienda piuttosto che doverla contattare telefonicamente.

Una volta entrati in contatto, le aziende possono rendere i clienti dei fan a lungo termine offrendo un servizio eccellente. WhatsApp ha un tasso di fidelizzazione incredibilmente alto, Christopher Schubert lo conferma. Uno dei clienti di charles ha aumentato di 2,5 volte il valore della vita dei suoi clienti attraverso il cCom.

 

La tua guida per il cCom

Nel 2022, differenziare il proprio brand dalla concorrenza è diventato sempre più difficile. Considerando la gamma di prodotti e servizi più o meno identici, in che modo un'azienda può emergere? In due parole: conversational commerce.

Quando si tratta di prendere decisioni, i potenziali clienti considerano di più un'esperienza positiva piuttosto che la qualità dei prodotti o il prezzo. L'80% dei clienti sono disposti a pagare di più per un servizio migliore.

Questo permette di superare i chatbot e gli assistenti vocali: il cCom funziona con le app di messaggistica come WhatsApp e Facebook Messenger. è proprio lì che i clienti spendono abitualmente una grande quantità del loro tempo.

Tuttavia, il solo possedere un account WhatsApp Business non ti permette di moltiplicare le tue entrate né di accorciare il tempo che i tuoi clienti impiegano per effettuare l'acquisto. Quindi, cos'è esattamente il cCom? In che modo puoi utilizzare il potere del cCom per il tuo business e quali sono le migliori strategie da adottare? Esistono dei casi in cui il cCom potrebbe non essere adatto per te?

Qui su charles, la nostra missione è aiutare i nostri clienti a scoprire il potere del cCom dal chat-in al chat-out e oltre. In questa guida definitiva, unisciti a noi mentre sveliamo insieme a Christopher Schubert (Direttore delle Vendite di charles):

 

  • Cosa devi sapere sul cCom nel 2022
  • Come farlo fruttare al meglio per il tuo business
  • Perché l'automazione non potrà mai sostituire le vendite

 

Sei pronto? Iniziamo!

 

Il ruolo del cCom nel servizio clienti

Ciò che iniziò come un trend verso la metà del 2010 è diventato uno strumento fondamentale per i professionisti del marketing di tutto il mondo. Data l'enorme quantità di utenti che utilizzano le app di messaggistica, non c'è da sorprendersi se anche le aziende vogliono utare WhatsApp, Facebook Messenger o WeChat.

Secondo un tweet del 2021 di Will Cathcart, capo di WhatsApp, 175 milioni di persone chattano con un account WhatsApp Business ogni giorno. Il numero è sicuramente aumentato da allora.

I motivi per cui il cCom è diventato così popolare tra le aziende sono diversi:

cCom raggiunge le persone dove si trovano

È probabile che tu abbia ricevuto molti messaggi mentre leggi questa guida. Solo WhatsApp riporta più di 100 miliardi di messaggi inviati ogni giorno e circa il 60% degli utenti tedeschi controllano la loro app quotidianamente. Quante volte ha controllato le tue app di messaggistica oggi? Se un servizio clienti di qualità significa offrire convenienza, non esiste un canale migliore delle app di messaggistica per entrare in contatto con i clienti.

 

Le app di messaggistica prevalgono sulla posta elettronica

I nostri stessi clienti hanno confermato che le app di messaggistica prevalgono sulle email. Dai un'occhiata alla newsletter WhatsApp di SNOCK che ha ottenuto un tasso di apertura di 2,5 volte maggiore rispetto alle newsletter tradizionali. In generale, WhatsApp ha un tasso di apertura del 98% rispetto al 14,5% delle email.

Chris Schubert mette in evidenza i vantaggi di WhatsApp rispetto alle email con una semplice domanda: quando è stata l'ultima volta che non hai letto un messaggio di WhatsApp? Soprattutto se ti sei iscritto per riceverli.

 

Le app di messaggistica sono un'estensione perfetta dei negozi online

Certo, una chat su WhatsApp non può sostituire un incontro dal vivo con un agente di vendita in un negozio. Tuttavia, le app di messaggistica hanno un tocca molto più personale rispetto alle email. Prova semplicemente a comparare l'esperienza di chattare con una persona su WhatsApp e di avere uno scambio via email. Quale delle due ti sembra più simile a una conversazione reale?

 

Il cCom è SEO-friendly

In termini di contenuti del sito web, il cCom è efficace anche lato marketing. Certo, è possibile scrivere i contenuti in modo che rispondano ai requisiti SEO. Tuttavia, ottimizzare i testi tende ad avere un impatto sull'esperienza di lettura del cliente. Inserendo un link direttamente all'interno della chat, questo problema è molto più semplice da risolvere. Puoi concentrarti sui contenuti SEO-friendly e, allo stesso tempo, personalizzare il percorso del cliente sul sito web.

 

 

 

how-to-conversational-commerce-explained

 

Il vero potere di una conversazione: 5 esempi dove il cCom è davvero efficace

L'applicazione del cCom offre molte possibilità, in base al tuo settore e alla tua azienda.

Vediamo come alcuni clienti di charles hanno sfruttato il potere della conversazione per massimizzare le vendite e la soddisfazione dei clienti:

 

1. Maniko: Link esterni e QR code

Questo brand di bellezza sta rinnovando i classici smalti per le unghie grazie ai suoi prodotti innovativi e sfrutta il cCom attraverso i link esterni e i codici QR.

Maniko fornisce questi link sulle pagine del checkout e sui volantini aggiunti in fase di spedizione dei prodotti, in questo modo i clienti possono chattare con i loro professionisti. Possono trovare facilmente che tipologia di unghie è più adatta a loro, essere informati sui nuovi stili e i nuovi trend e possono riordinare rapidamente i prodotti.

Un aspetto importante è quello di automatizzare le domande frequenti, così da risparmiare tempo e focalizzare il servizio degli addetti alle domande più elaborate. Dato che è possibile includere anche i video, questo canale è perfetto per dei tutorial e per spiegare al meglio i prodotti. Tutt'ora, questo servizio di Maniko è molto profittevole perché permette di coinvolgere i clienti e ottenere alti tassi di fidelizzazione.

 

maniko-newsletters

 

Dopo una conversazione efficace, Maniko usa l'esperienza positiva del cliente per generare opt-in. Le iscrizioni vengono automaticamente aggiunte a un elenco di campagne. Gli elenchi possono essere segmentati utilizzando delle proprietà e dei tag personalizzati. In questo modo, i clienti ricevono sempre contenuti rilevanti con i loro interessi.

 

Frame 2574

 

Questa strategia ha fornito risultati impressionanti: le loro newsletter WhatsApp hanno ottenuto un tasso di click di 11 volte superiore rispetto alle email e un tasso di apertura di 4 volte superiore. Ricevono 10 volte il valore di un singolo invio su WhatsApp e stanno costruendo una community di fan che amano il loro stile di comunicazione semplice e personale.

 

2. Concrete Jungle: exit-intent popup

Concrete Jungle, un brand che delizia il mondo intero con dei gioielli speciali realizzati in cemento, sfrutta la pagina dei ringraziamenti per dei popup con intento di uscita. Offrono ai loro clienti di ricevere aggiornamenti sui tracciamenti della spedizione via WhatsApp e successivamente si appoggiano al flusso automatizzato per fornire un'esperienza eccellente.

Al momento della consegna, Concrete Jungle offre un altro opt-in, questa volta per la loro newsletter - con risultati impressionanti: finora hanno 1400 abbonati che producono uno sbalorditivo tasso di conversione del 13%.

Puoi vedere il potere del cCom in azione: raggiungendo i loro clienti durante la routine quotidiana e fornendo un servizio immediato senza interruzioni, Concrete Jungle è riuscito a moltiplicare di 50 volte le entrate per invio con WhatsApp rispetto alla newsletter email. 50 volte, hai letto giusto!

 

3. Prodotti fitness: raddoppia il average order value (AOV)

Utilizzare WhatsApp e altre app di messaggistica per trasformare le vendite in esperienze personalizzate, divertenti e coinvolgenti ha un impatto anche sull'average order value, cioè il valore medio degli ordini. Più fiducia riesci a costruire, più le persone sono disposte a spendere.

Uno dei nostri clienti ha raddoppiato il suo AOV utilizzando WhatsApp come uno strumento di vendite e di marketing. L'azienda vende prodotti per il fitness e per il benessere e, pertanto, hanno bisogno di un servizio clienti molto efficiente perché la community ha bisogno di risposte molto specifiche e di chiedere informazioni prima di procedere con l'ordine.

L'arredamento è un altro campo ad alta intensità di consulenza dove il cCom può dare grandi profitti. Prendi spunto dalla situazione di Woodboom.

Un altro cliente di charles dello stesso settore utilizza cCom per guidare i clienti attraverso il processo di acquisto, includere i follow-up e automatizzare i flussi post-acquisto.

Nel Marzo 2022, questo brand di arredamento fece il 33% delle vendite totali con WhatsApp, mentre l'80% venne supportato con WhatsApp in qualche modo. Grazie a charles e al potere del cCom, questo brand ha raggiunto un AOV di 1,5 volte superiore per i chatout rispetto agli acquisti generali.

Quindi, i clienti non solo sono più contenti quando ordinano con le app di messaggistica, ma spendono anche di più!

 

4. SNOCKS: Costruire una community attraverso cCom

SNOCKS è un'azienda che è riuscita a trasformare un prodotto di tutti i giorni, come i calzini e l'intimo, in una fonte di gioia per la sua crescente community di clienti. Questo brand di moda riceve un valore 6 volte superiore con le newsletter di WhatsApp rispetto alle email.

Come hanno ottenuto tutto ciò è spiegato nella loro strategia di marketing ben studiata: SNOCKS usa degli exit-intent popup, per esempio dei popup che appaiono quando il visitatore sta per chiudere la pagina del sito web. Hanno provato due versioni con i test A/B: il popup A offre il 10% di sconto se il cliente si iscrive alla newsletter WhatsApp, il popup B propone la stessa cosa ma con le email.

I risultati parlano chiaro: per la prima campagna, i tassi di apertura e di conversione della newsletter WhatsApp sono schizzati al 150%. In più, i clienti apprezzano l'interazione rapida e immediata tra il sito web e le app di messaggistica.

Il prossimo passo per il brand è incrementare gli opt-in di WhatsApp con i flussi post-acquisto. Questo permettere a SNOCKS di coinvolgere un numero sempre maggiore di clienti e di costruire una community via via più grande.

Snocks performance.

 

Le newsletter per costruire e ingrandire la community hanno funzionato bene anche per Every Food. Questa azienda di cibo vegano ha sfruttato il trend Veganuary per lanciare una campagna newsletter che fornisce consigli, ricette e altro sullo stile di vita vegan.

Gli iscritti potevano scegliere la frequenza della newsletter WhatsApp e hanno risposto complessivamente in modo molto positivo a questa iniziativa. Più di 850 iscrizioni e meno di 10 disiscrizioni durante Gennaio 2022, l'azienda ha ottenuto 300 nuovi clienti.

C'è di più: il 91% dei clienti ha apprezzato la modalità e desidera partecipare ancora, questo significa che Every Food ha utilizzato in modo proficuo il potere del cCom ottenendo più clienti e aumentando la soddisfazione dei clienti. Tutto questo si traduce in lealtà e in un incremento della qualità della vita del cliente. Semplicemente attraverso una chat!

 

5. E-commerce: aumenta le entrate attraverso il cCom

Quando parliamo di cCom e del potere delle conversazioni, intendiamo in che modo può avere un impatto sui profitti di una qualsiasi azienda.

Due esempi dalla lista di clienti di charles mostrano quanto il cCom può evere effetto sui ricavi delle vendite:

Un brand di vendita al dettaglio con un negozio online e una sede sul territorio ha condotto un progetto pilota per vedere se il suo pubblico target avrebbe gradito WhatsApp come canale di comunicazione. Un altro scopo del progetto era spingere i clienti a frequentare nuovamente il negozio dopo la chiusura dovuta alla pandemia.

Il risultato fornì una risposta chiara a questo quesito: i clienti effettuarono acquisti 7 volte in più con WhatsApp rispetto alla mail e perfino 3€ / e un ritorno più che soddisfacente per sendout per la campagna del Black Friday. Oltre all'aumento delle vendite, il cCom ha avuto un grande effetto sui clienti: 8 su 10 che hanno usato il servizio hanno affermato di essere "molto soddisfatti".

Ancora più impressionante è il caso di un negozio di alimentari online. Hanno offerto uno sconto del 20% per opt-in alla loro newsletter WhatsApp. Poco dopo un mese dal loro debutto, hanno inviato 12.000 messaggi e ottenuto 1100 iscrizioni.

Indovina quante entrate attribuiscono a charles e al cCom? 12.000. Attribuiscono 12.000 € di entrate a charles e al cCom. Ebbene sì, amici miei.

 

Altri esempi del potere del cCom

Naturalmente, c'è molto di più nel cCom rispetto agli esempi che abbiamo menzionato. Non consideriamo gli assistenti vocali o l'utilizzo dell'assistente Google - per Christopher Schubert questi non contano come dei casi di cCom autentici. Questi, invece, lo sono:

 

Flussi di carrelli abbandonati

I flussi di carrelli abbandonati nel cCom contano dal punto di vista del marketing conversazionale per il loro valore potenziale. Una volta che il flusso automatizzato è impostato, tutti i clienti che abbandonano il loro carrello ricevono un messaggio. Questo li porta a farsi delle domande sul perché non hanno ancora premuto il tasto "acquista".
Una volta raggiunti, è compito del servizio clienti e degli addetti alle vendite che stanno dietro la chat trasformare il cliente dubbioso in un acquirente.

 

Chat-in nella pagina del prodotto

Simili ai carrelli abbandonati, anche le uscite dalla pagina dei dettagli del prodotto sono frequenti. "Le persone non trovano le informazioni di cui hanno bisogno, hanno una domanda, o semplicemente vogliono delle rassicurazioni", spiega Christopher Schubert. Se vuoi fornire un'esperienza senza interruzioni al tuo cliente e vuoi che il suo percorso sia profittevole, devi offrirgli una soluzione comoda e familiare direttamente qui. Un chat-in link abbassa la soglia per raggiungere il cliente e - voilà. Ora puoi convertirlo tramite la conversazione in chat!

Frame 2575

 

Crea un basket

Parlando di chatout: questo è il termine che utilizziamo per i clienti che ordinano via WhatsApp. Sì, hai letto bene, clienti che riempiono il loro carrello direttamente da WhatsApp. Il backend permette agli addetti al servizio di trascinare i prodotti all'interno della chat, combinare un carrello e avere la conferma del cliente per evadere l'ordine. Tutto questo senza direttamente e comodamente senza abbandonare l'app di messaggistica!

 

Recensioni

Ultimo ma non meno importante, puoi usare il potere del cCom per ottenere recensioni per il tuo negozio online. Chiedere ai clienti di lasciare un feedback come step finale nel flusso post-ordine o all'interno della tua strategia di newsletter è un metodo efficace. Insieme a un'offerta di ringraziamento o a un codice sconto puoi ottenere risultati ancora migliori. Inoltre, questo metodo mostra anche ai potenziali clienti il tipo di servizio e di qualità che possono aspettarsi da te.

 

Inizia con charles

Per vedere in che modo possiamo aiutarti a far crescere il tuo business con il potere del cCom, devi semplicemente richiedere una demo. Durante la chat e le telefonate successive, Christopher Schubert e il nostro team ti aiuteranno a definire una strategia che rispecchia al meglio le tue necessità.


Sei pronto a trasformare il tuo business e a iniziare relazioni durature con i tuoi clienti?

 

 


We hope this helps.

Want to see charles in action?

TRY IT OUT